DOTAZIONI DI SICUREZZA

Vivere  il mare  vuol dire  affrontare continue variazioni sia del vento che del moto ondoso, che possono aumentare nel giro di breve tempo. Conoscere e avere a bordo tutto il necessario per evitare situazioni di pericolo è oltre che doveroso per un buon comandande,  obbligatorio per legge.

E’ possibile conoscere le dotazioni obbligatorie per legge a seconda del tipo di navigazione che si intende effettuare, visitando il sito della Guardia Costiera alla sezione Dotazioni sicurezza. Potete scaricare la tabella completa al seguente link                       Dotazioni Sicurezza

MEZZI COLLETTIVI DI SALVATAGGIO
La zattera autogonfiabile è un mezzo di salvataggio collettivo e fa parte delle dotazioni di sicurezza obbligatorie da tenere a bordo, quando si naviga oltre le 12 miglia dalla costa. Con decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 2 marzo del 2009 è stata introdotta, poi, una nuova zattera di salvataggio “costiera”, che sostituisce l’atollo, per le unità che navigano dalle 6 alle 12 miglia dalla costa. Di seguito, indichiamo per ognuno dei due modelli le caratteristiche principali.


Zattera di salvataggio “costiera”
La zattera di salvataggio “costiera” è stata introdotta, con decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 2 marzo del 2009, come mezzo di salvataggio collettivo al posto dell’atollo. Deve essere utilizzata quindi dalle unità da diporto che non dispongono della zattera standard, durante le navigazioni dalle 6 alle 12 miglia dalla costa. Naturalmente, può essere sostituita dalla zattera “standard” (vedi sopra) che possiede caratteristiche superiori.

– La zattera “costiera” è tecnicamente uguale a quelle “standard”, però è aperta (quindi prive di tendalino), con il fondo non isolato contro il freddo e priva di luci. Tutte le caratteristiche, tra le quali il marchio di conformità, il modello, il numero delle persone per le quali è abilitata, il nome del fabbricante, le istruzioni per la messa a mare e la data entro la quale deve essere revisionata, devono essere riportate esternamente su una etichetta adesiva resistente all’acqua. Deve esserci anche la scritta “zattere aperte per la navigazione entro dodici miglia dalla costa”.

– La zattera costiera deve effettuare un primo controllo dopo 36 mesi e i successivi ogni due anni.


Atollo
L’atollo (apparecchio galleggiante) non è più valido come dotazione di sicurezza.

ESTINTORI E RAZZI

  • RAZZI: la scadenza è ogni 4 anni, fare sempre comunque riferimento alle date di scadenza indicate sopra.
  • ESTINTORI: verificare sia la scadenza che il livello di pressione del piccolo manometro

Tutti i dettagli sono presenti   qui

Commenti chiusi